Il mare continua a soffrire…

Un video realizzato dal campione Marco Bardi sullo stato dei nostri fondali e sull’inciviltà umana…

3 pensieri su “Il mare continua a soffrire…

  1. Il fondo marino e i litorali sono invasi dalla plastica che il mare deposita dopo le mareggiate. Si trova di tutto: dal classico copertone alla bottiglia di acqua minerale turca con l’etichetta ancora attaccata, oltre che reti, secchi, scarpe e frammenti di plastica di ogni genere. In Puglia poi, dove io vivo, la situazione è ancora più grave perché gli abitanti del luogo hanno l’abitudine di abbandonare i rifiuti per strada. Mi auguro che, come in questo caso, i video di pesca in apnea possano servire anche a costruire una cultura della legalità per chi va in mare.

  2. Ormai sono anni che vado in acqua e posso dire ahimè di aver visto di tutto. A parte buste di plastica , bottiglie e reti da pesca che ormai fanno parte dell’arredo sottomarino….purtroppo, si vede di tutto!!!
    Nella mia bella Sicilia…….ho trovato, molte volte ,cose inimmaginabili soprattutto in posti che per noi dovrebbero essere dei veri e propri paradisi. Riporto esperienza di qualche anno fa , andai a pescare vicino la tonnara di San Vito Lo Capo……chi non la conosce?
    Bene , ci trovai a circa 10/12mt di fondo , uno scooter e una lavatrice!!!! A Cornino ci trovai un frigorifero di quelli domestici ed un frigo da minibar!!!
    Ma come caxx si può essere così schifosamente idioti ed ignoranti?
    Non si capisce che colui che che sporca è egli stesso (ed i suoi cari) un fruitore del mare?
    Non so proprio come si possa debellare questa piaga , troppi dovrebbero essere i controlli , con uno spiegamento di uomini delle forze dell’ordine indeterminabile. Siamo davvero al capolinea!!!

I commenti sono chiusi.