Raduno team Omer/Sporasub 2013

Si è svolto nella splendida cornice dell’Isola D’Elba il consueto raduno annuale del Team Omer/Sporasub dedicato ad atleti ed addetti ai lavori. Quest’anno ci racconta com’è andata Vincenzo Solli, atleta del Team Omer.

Vincenzo cosa ci racconti del raduno 2013?
Sinteticamente vi dico a mio avviso chi sono stati i protagonisti del raduno e da buon avvocato vi dirò perchè:

  1. Il Mare
  2. Il padrone di casa
  3. Il team manager
  4. Il preparatore atletico
  5. I componenti del team

Il mare Elbano
L‘isola d’Elba o, semplicemente, Elba, è un’isola situata tra il mar Ligure a nord, il canale di Piombino a est, il mar Tirreno a sud e il canale di Corsica a ovest, posta a circa 10 chilometri dalla costa. È la più grande delle isole dell’Arcipelago Toscano, e la terza più grande d’Italia (223 km²). L’Elba, assieme alle altre isole dell’arcipelago (Pianosa, Capraia, Gorgona, Montecristo, Giglio e Giannutri) fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Io sono un pescatore Siciliano, abituato ad un mare speciale, ma devo confessare che la località individuata per il raduno 2013 è stata perfetta, poiché l’isola d’Elba ha un mare meraviglioso con posti stupendi che meritano di essere visitati, anche con famiglia al seguito e non solo per pescare. Forse ha qualche pesce in meno della mia Sicilia, ma senza dubbio ha qualche fondale in più nel senso che si trovano più morfologie di fondali racchiuse in una sola Isola. Un altro vantaggio per noi pescatori è che con qualsiasi condizione meteo marina si riesce a pescare, infatti abbiamo svolto 2 giornate di mare con vento a 40 nodi e pioggia battente.

Il padrone di casa
Ad aspettare il gruppo è stato il titolare dell’Agriturusmo “Golfo Stella” di proprietà del nostro compagno di team Nilo Mazzarri che è nel Team già da 25 anni ed è a ragion veduta uno dei “veterani”.

Nilo, unitamente a sua moglie Fiorenza e al piccolo/grande Davide, ci hanno accolti in una struttura stupenda a soli 100 mt dal mare, organizzando per noi ogni confort immaginabile. Devo dirvi che alloggiare in immobili curati in ogni particolare da persone che amano il mare come la Famiglia Mazzarri è stata una sensazione meravigliosa.

Credo di poter dire che non vi sia cosa più bella che abitare sul mare, cosa che la famiglia Mazzarri ha perfettamente centrato e che mi ha letteralmente rapito non appena entrato sulla loro veranda di casa.

Il Team Manager
Per radunarsi è necessario che qualcuno coordini il tutto.

In maniera sempre più perfetta, anche quest’anno, il nostro team manager Marco Bardi ha centrato gli obiettivi fissati.

Marco è un ex agonista con un palmares di tutto rispetto (vincitore di gare nazionali ed Internazionali – componente della squadra azzurra e successivamente CT) e conseguentemente con un’esperienza che gli consente di predisporre ogni anno soluzioni sempre innovative, volte a migliorare il funzionamento del gruppo e le esigenze dell’azienda come testare i nuovi materiali e confezionare materiale fotografico.

Purtroppo il raduno ogni anno si consuma molto velocemente, ma i momenti passati insieme ai propri compagni restano indelebili nel cuore di ciascuno di noi. Per Marco, il raduno vuole dire tanto lavoro prima e dopo.

Nei periodi che precedono l’evento, riceviamo molte comunicazioni che ci consentono di arrivare pronti al raduno e velocizzare ogni cosa. Marco da ex atleta capisce bene anche le necessità del Team e di come si guida una squadra e la cosa più utile che riporto indietro da un raduno è sempre l’innovazione e le nuove esperienze che mi permettono di crescere. La sensazione di tutti i componenti è che grazie ad un Team Manager come Marco, chi fa parte di questo Team abbia sempre una marcia in più grazie al fatto di essere seguiti con cura e professionalità.

Il preparatore atletico
La pesca in apnea è una disciplina sportiva che sempre di più è oggetto di studio e approfondimento scientifico specialmente rivolto alla sicurezza o alle prestazioni. A pensarci nel nostro team c’é il prof. Luca Bartoli che dirige un centro sportivo di alto livello che collabora con numerosi medici e ricercatori in ogni settore.

Luca è un specializzato nella preparazione atletica ma ha grandi conoscenze in tutti i campi dell’immersione e della fisiologia del corpo immerso e segue il gruppo già da tanti anni raccogliendo dati scientifici di grande interesse. Quest’anno abbiamo testato il nuovo computer con cardio-frequenzimetro subacqueo e devo dirvi che avere accanto uno specialista che scarica i dati dentro al pc e ti spiega subito cosa è successo è un lusso che pochi si possono permettere.

Oggi grazie a questo nuovo strumento, Bartoli ci ha spiegato che l’immersione in apnea può essere studiata in modo più approfondito ed i dati che sono venuti fuori dal raduno, confermano le sue intuizioni di uno studio simile fatto in modo rudimentale con strumenti scafandrati già nel raduno del 2002 più di 10 anni orsono.

Per questo durante il raduno i componenti del team sono chiamati ad un rigoroso protocollo perchè le immersioni della giornata sono tutte oggetto di controllo. Poi in due specifiche giornate abbiamo realizzato test simultanei tutti insieme proprio per avere maggiori certezze sulla quantità e sull’attendibilità dei dati raccolti.

Dati che servono non solo a migliorare le prestazioni del soggetto controllato, ma anche a verificare lo standard medio di un atleta e porre le basi per un protocollo di studio sulle reazioni del corpo immerso, specialmente a livello di cuore, diving reflex, adattamento all’apnea.

I componenti del team
Vi dico solo che quest’anno il team Omer/Sporasub ha ben 11 atleti qualificati al campionato italiano di prima categoria che si svolgerà a Terrasini (PA) dal 14 al 22 settembre 2013.

Potrete capire come alto è stato il livello dei partecipanti e come costruttivo possa essere fare parte di un gruppo così importante.

La cosa più bella specialmente per chi come me non è più un giovanotto, è constatare che i protagonisti del mondo agonistico sono sempre più giovani e il nostro team è di sicuro il gruppo che vanta le maggiori presenze.

Ma l’elemento che distingue questo Team è la forza di un gruppo molto affiatato che si muove come una sola entità, perfezionando di anno in anno gli aspetti tecnici, di formazione, di amicizia. Stare qua dentro ti aiuta a crescere, però la sensazione più bella è quella di sapere che hai una grande famiglia e di cui non ne puoi fare a meno.

Ho sempre sostenuto che si tratta di una grande risorsa per questa disciplina e che grazie alla volontà dell’azienda, alle idee del Team Manager e alla professionalità degli atleti, esiste un punto fermo e senza dubbio utile a tutti che è proprio il Team di cui faccio parte e ne vado fiero.

Le novità Omer/Sporasub 2013/14
CARDIO FREQUENZIMETRO SUBACQUEO un computer per l’apnea che fornisce tutti i dati che servono con l’aggiunta di una novità assoluta a livello mondiale. La possibilità di usarlo anche come cardio frequenzimetro subacqueo.  Registra tutti i dati della frequenza cardiaca tramite un sensore. L’elemento chiave è che grazie a questo strumento si potranno ottenere allenamenti più proficui e controllabili, valutare il proprio stato di forma e di risposta all’apnea, studiare nuovi orizzonti scientifici verso la prestazione in totale sicurezza. Dai dati emersi  durante i test del raduno si hanno già una lunga serie di valori utili, statistiche e informazioni sulla risposta dell’organismo in base all’alimentazione, allo sforzo, alla respirazione, alla metodologia di movimento e così via. Senza dubbio aprirà nuove frontiere per l’aumento delle conoscenze e delle prestazioni.

Inserendo  i propri dati come età e peso, il computer in base all’impegno profuso li elabora e fornisce il grado di dispendio energetico ottenuto e la percentuale del proprio livello di allenamento. Tutti i dati compresi molti altri che qui non elenchiamo, si possono scaricare nello specifico programma di interfaccia che li mostra in un interessante grafico e li memorizza in uno storico. Si possono vedere anche sul display nella sezione HYSTORY dove sono memorizzate le immersioni.

FUCILE CAYMAN ROLLER OMER: Novità già presente a catalogo in consegna proprio in questo periodo. Un fucile molto curato che propone tutti i vantaggi del sistema roller ad un prezzo molto competitivo. Le caratteristiche principali sono, la potenza, la precisione, l’assenza di rinculo, la garanzia dei meccanismi Cayman collaudati da anni di successi.

FUCILE SK 40 SPORASUB, in carbonio studiato per il brandeggio, il tiro al volo, la leggerezza, la massima precisione del tiro. Sistema mono scocca con forma ideale per il brandeggio e limitare il colpo di frusta.

MASCHERA PIRANHA SPORASUB, piccola ma di grande campo visivo è la maschera che può usare il profondista come il pescatore di basso fondale. Grazie alla MOMO DESIGN e all’ufficio tecnico SPORASUB ha preso forma una maschera che è bella da vedere, ben rapportata alle forme più comuni del viso e consente un elevato campo visivo in tutte le direzioni con il minore volume interno del momento.

SOLUZIONE LUBRIFICANTE PER VESTIRE MUTE IN SPACCATO permette di vestirle anche senza acqua o comunque riduce notevolmente l’utilizzo di acqua. Sostanza neutra e idratante evita allergie.
SIGILLANTE LIQUIDO per riparazioni e rinforzi di ogni genere su tutti i tipi di neoprene e gomma.
FASCIA DA CINTURA per ridurre il gravare dei pesi nella zona lombare e migliorare la tenuta della cintura nel punto ottimale.
PROTEZIONE BOCCAGLIO una guaina aggiuntiva da applicare al tubo del boccaglio per farlo aderire meglio alla testa, quindi renderlo più comodo e più stabile e al tempo stesso mimetizzarlo in tre colorazioni 3D.
FISSAPINNE per aumentare la trasmissione del piede nella pinna, specialmente quanto la calzata non è perfetta. Il materiale idoneo e le indicazioni per la vestizione lo rendono facile nel suo utilizzo.
GUANTI PROTETTIVI leggeri in dyneema anti taglio due versioni di colori differenti ma di simile fattura che saranno presto disponibili nei punti vendita. Molto comodi, efficace grip di presa specialmente sul pesce o sulle gomme del fucile. Molto resistenti all’usura.

IL TEAM OMER/SPORASUB 2013/2014
1 ) BARDI MARCO – TEAM MANAGER
2 ) BARTOLI LUCA – PREPARATORE ATLETICO
3 ) ANTONINI FABIO – ATLETA
4 ) CAGNOLATI LEONARDO – ATLETA
5 ) CALVINO ANDREA – ATLETA
6 ) CASCIONE PIETRO – ATLETA
7 ) CLAUT STEFANO – ATLETA
8 ) DEIANA ROBERTO – ATLETA
9 ) DI LORENZO FILIPPO – ATLETA
10) DRAGOMIR CLAUSS – RESPONSABILE FOTO-VIDEO
11) DONOFRIO ANGELO – ATLETA
12) GAGGINI MARCO – ATLETA
13) LOVICARIO ANTONIO – ATLETA
14) LOI GIANFRANCO – ATLETA
15) LORENZO LORENZI – ATLETA
16) LO PRETE RAFFAELE – ATLETA
17) MAZZARRI NILO – ATLETA
18) MAZZOCCHI DIEGO – ATLETA
19) MORTELLARO CHRISTIAN – ATLETA
20) ORSI SASHA – ATLETA
21) PALUZZI FABRIZIO – ATLETA
22) PISELLO MARCO – COLLABORAZIONE TECNICA
23) PELIZZARI UMBERTO – RECORDMAN DI APNEA
24) RIGGIO ADRIANO – ATLETA
25) SATTA MARIANO – COLLABORAZIONE TECNICA
26) SOLLI VINCENZO – ATLETA
27) TIVERON ROBERTO – COLLABORAZIONE TECNICA
28) TRAMBUSTI GAIO – ATLETA
29) SPERANDIO RENATO – ATLETA
30) VOLPE MASSIMILIANO – ATLETA

Un pensiero su “Raduno team Omer/Sporasub 2013

I commenti sono chiusi.