[e-Training – Oceanografia] Le maree

maree

Un bravo pescatore in apnea deve cogliere meglio di chiunque altro l’influenza delle condizioni meteo marine sulla presenza di pesce in determinate zone ed in determinati momenti (sia dell’anno che del giorno). Per imparare a cogliere questi particolari è necessaria una conoscenza di base dei fenomeni che riguardano quella immensa massa d’acqua che è il mare. In questa parte del corso illustreremo alcune importanti nozioni di oceanografia che ci riguardano da vicino.

LE MAREE

La marea è quel fenomeno di natura astronomica che consiste nell’innalzamento e abbassamento del livello del mare in modo ciclico.

Le cause che la determinano sono principalmente:

– Attrazione gravitazionale della luna e del sole;
– La forza centrifuga dovuta alla rotazione del sistema Terra-Luna intorno al proprio centro di massa;
– La conformazione del fondale marino vicino alla costa che può far aumentare o diminuire l’intensità della marea;
– Svariati fenomeni metereologici che possono determinare effetti simili alla marea astronomica, ma di intensità anche molto superiore. Principalmnte il vento e la pressione atmosferica.

Nella sua natura astronomica e perfettamente prevedibile essa dipende dall’attrazione gravitazionale esercitata dalla luna e dal sole sulla terra. A questo si somma l’azione della forza centrifuga nel sistema terra-luna che è in rotazione. Senza considerare tale secondo effetto non si spiegherebbe la presenza di un secondo picco di marea (sulla terra) dalla parte opposta a quella della luna.

pianeta-terra

Come si vede dall’animazione, la luna compie un giro completo intorno alla terra in circa 28 giorni. Nel frattempo gira anche su se stessa mostrando quindi sempre la stessa faccia alla terra (la faccia non vista è la famosa dark side of the moon!). In realtà in quei 28 giorni la luna ruota attorno al centro di massa del sistema terra-luna (che è situato a circa 4700 km dal centro della terra) ed anche la terra vi ruota attorno. E’ proprio da questa rotazione che ha origine la forza centrifuga di cui si è detto sopra.

In ogni istante della rotazione succede che… al centro della terra la forza di attrazione gravitazionale è esattamente bilanciata da quella centrifuga. Tale bilanciamento si perde a favore dell’attrazione gravitazionale lunare dalla parte rivolta verso la luna ed a favore della forza centrifuga dalla parte opposta. Si hanno così i 2 picchi di marea in un giorno.

A questo si aggiunge il contributo del sole che può essere in fase alla luna (luna piena o luna nera) oppure sfasato se agisce a 90 gradi rispetto ad essa (nei quarti di luna).

Ne risulta un innalzamento ed un abbassamento della superficie del mare che raggiunge le sue dimensioni massime nei periodi di luna piena o luna nera, e quelle minime con le mezze lune.

La marea ha sempre un effetto sul comportamento dei pesci in virtù della sua capacità di spostare la massa d’acqua. La sua influenza è più importante dove l’intensità è maggiore.

marea

VEDIAMO ALCUNI ESEMPI

Un tratto di costa che scende dolcemente e che presenta un labirinto di rocce affioranti all’interno delle quali la spigola va a cacciare quando l’alta marea le rende praticabili. Ecco che solo in determinati momenti della giornata (o addirittura in precisi momenti del ciclo lunare) avremo qualche speranza di trovare questo splendido predatore.

In oceano le escursioni di marea sono notoriamente molto più importanti di quelle mediterranee. Con escursioni che facilmente superano i 3 metri si può immaginare come cambi lo scenario di pesca in poche ore.

Ricordo una pescata di molti anni fa nel nord della Spagna. Nell’andata feci un tratto di costa con l’alta marea vedendo parecchio pesce. Le grosse alghe oceaniche creavano un labirinto ideale per l’agguato nei primi 5 metri di fondo. Al ritorno la marea era scesa parecchio, al punto da rendere irriconoscibile lo stesso tratto di mare reso impraticabile dallo schiacciamento delle alghe che avevano creato una massa compatta in pochi centimetri d’acqua… e di pesce neanche l’ombra!

bassa-marea

Nell’alto adriatico la marea determina momenti di forte corrente sulle secche. Se stiamo pescando nelle tipiche oasi di roccia isolate nella sabbia, la corrente solleva il fondo riducendo la visibilità anche al metro. Ecco che tenere in considerazione una tabella di previsione di marea della zona da noi frequentata sarà indispensabile. Con l’esperienza (tenendo un diario) sapremo capire i momenti migliori della giornata nei vari periodi dell’anno a seconda della specie che andremo ad insidiare.

LA CORRENTE DI MAREA

Anche se gli effetti della marea sulla superficie del mare consistono in pochi decimetri in più o in meno, lo spostamento della massa d’acqua che si genera tra il picco minimo e quello massimo determina la così detta corrente di marea.

Consultando una tabella di previsione di marea si potrà facilmente constatare la maggior presenza di corrente proprio nelle giornate in cui il dislivello tra i picchi di marea è più importante. L’effetto sarà particolarmente evidente sulle secche a causa di un fenomeno che vedremo meglio nei prossimi articoli (effetto venturi).

Si tenga in cosiderazione il fatto che la corrente di marea può amplificare o annullare altre correnti dovute al vento per esempio. Ecco perchè è importante avere un quadro generale della situazione meteomarina. Ciò nonostante capiterà di incontrare situazioni di corrente impreviste. Questo è dovuto alla notevole complessità dinamica delle grandi masse d’acqua marina.

correnti

CONCLUSIONI

E’ piuttosto difficile tracciare delle regole generali rigurdanti l’influenza della marea sulla presenza e sul comportamento dei pesci. Il tutto è estremamente dipendente dalle zone in cui peschiamo.

Tuttavia possiamo dire che l’alta marea è indicata per la pesca nel bassofondo, soprattutto per la spigola. Nelle zone in cui la marea è causa di correnti marine importanti bisognerà valutare se queste determinano maggiore presenza di pesce (generalmente la risposta è positiva).

3 pensieri su “[e-Training – Oceanografia] Le maree

  1. ggrazie mille, bell’articolo, ottimo per apprendere importanti informazioni!

I commenti sono chiusi.