4 chiacchiere con Gianmatteo Grossi

grossi

Gianmatteo che tipo di pescatore sei? Come ti piace pescare?
Purtroppo il mio lavoro non mi  permette di dedicarmi alla mia passione come vorrei, ma quando posso mi “fiondo” in mare e pescando prevalentemente in liguria tutte le volte bisogna fare i salti mortali per fare carniere.

Mi piace molto pescare all’aspetto e all’agguato alternando spesso nello stesso tuffo ambedue le tecniche.

Ti piace pescare una specie in particolare?
Le specie che mi stuzzicano di piu’ sono la spigola e il dentice i due predatori piu’ belli da insidiare in inverno una e in estate l’altro.

Ti abbiamo visto ai recenti campionati assoluti di Marsala (19° posto), come hai vissuto questa competizione?
Dopo le “super” prestazioni del 2008, speravo di fare meglio agli assoluti di Marsala, ma questi livelli non ti puoi  permettere di sbagliare nulla, ho purtroppo pagato gli errori commessi nella prima frazione di gara dellla seconda  giornata.

peo

Hai avuto modo di metterti in mostra e adesso è anche arrivata la convocazione nel team azzurro per il prossimo Trofeo delle nazioni a Cagliari. Ti stai già preparando per l’evento?
Spero di potermi rifare in occasione del Trofeo delle Nazioni a Cagliari, avendo la spinta  in piu’ di difendere i colori  della mia Nazione, spero di riuscire ad arrivare con un buon allenamento nonostante il periodo dell’anno.

A proposito di agonismo. Dopo l’ultimo Campionato Euroafricano di Tipaza che ha visto trionfare gli spagnoli in molti si chiedono se il nostro regolamento agonistico, diverso da quello internazionale, ci metta in una posizione di svantaggio rispetto agli avversari che possono allenarsi tutto l’anno con lo stesso regolamento. Tu come la pensi a tal proposito?
Il  regolamento attuale mi  piace e non penso possa influire sui risultati dei nostri atleti a livello internazionale, leverei solo il bonus sulla preda piu’ grossa che ammmazza la classifica e spesso attribuisce troppi punti ad una situazione spesso gia’ troppo fortunosa. Poi ritengo che un vero campione si debba adattare a qualsiasi situazione di gara e regolamento.

ricciola-peo

Chi sono i tuoi miti del passato? Ed oggi per te chi è il più forte?
I miei Miti sono, Paolo Cappucciati, persona ineguagliabile e Daniele Petrollini compagno di mille avventure e colui che mi ha formato a livello agonistico. Poi ci sono i miti del passato come Toschi e Mazzarri che mi hanno fatto sognare con le loro gesta a livello agonistico e con le loro pescate.

petrollini

Cosa pensi delle numerose realtà su internet come forum e blog sulla pesca in apnea? Ti piace leggere e partecipare? Credi che possano dare nuova linfa e visibilità al nostro amato sport?
Sono favorevole alle realta’ su internet riguardanti il nostro sport, ottime per confrontarsi, imparare, e per farci sentire in un mondo che ci considera come mostri nei riguardi della fauna marina. Leggo spesso i vari siti e li ritengo molto interessanti e costruttivi.

Che consigli ti senti di dare a chi vuol iniziare a praticare con costanza la pesca sub? Consiglieresti di frequentare un corso ad esempio?
Ai neofiti consiglio assolutamente un corso specifico, e mi permetto di dare solo qualche consiglio a livello di sicurezza in mare, ogni anno troppa gente perde la vita in modo stupido e assurdo, non c’e’ pesce che vale la propria vita.

dentici

Fra non molto si comincerà la caccia invernale alla regina del bassofondo: la spigola. Che consigli e quali astuzie puoi consigliare a chi si appresta a cacciare in poca acqua branzini?
Ho gia’ cominciato a dedicarmi alla “regina dell’inverno” un pesce che mi affascina molto e che riesco a catturare con regolarita’ nelle coste della Liguria e non solo; propiro la settimana scorsa in Spagna, ho avuto il piacere di vedere uno spettacolo unico: ero all’aspetto in 15 metri su di una risalita staccata dalla costa e mentre cercavo di attirare l’attenzione di due dentici mi sono accorto che sulla mia destra mi stavano arrivando una decina di spigolone tra i 3 e i 5kg  che mi avevano sentito ma non mi avevano visto.

Incuriosite mi cercavano e con un piccolo richiamo sono  riuscito a  farmele arrivare a tiro, bellissima cattura… contando poi che il tuffo dopo riprovando ad  insidiarle, dalla parte opposta un carosello di barracuda mi ha investito permettendomi di finire la pescata assicurandomi per la sera un bel carpaccio di barracuda una vera  specialita’…

spigola

Grazie Peo e in bocca al lupo per il trofeo a squadre!
A presto!



Facebook

Tag: , , , , , ,

6 Commenti a “4 chiacchiere con Gianmatteo Grossi”

  1. Francesco scrive:

    Beh! Che dire! Bravo continua cosi!!!!!

  2. andrea laveneziana scrive:

    grandeee peo!!!!! mitico!

  3. Simone Bellonii scrive:

    Eheheh Peo… sui regolamenti non ci capisci un cazzo!! Ahahahha
    Grandissimooooooo

  4. Er Gallina scrive:

    Che bell’uomo!!!! Peooooooooooooooooo

  5. Antonio scrive:

    Bravo Matteo, ho assistito ai tuoi exploit del 2008 (ero a Civitavecchia in semifinale anch’io!) ed ho apprezzato il tuo spirito goliardico.

  6. luigi madeddu scrive:

    grandissimo peo….lascia qualche pesce anche per me