Il mio primo Assoluto: Sascha Orsi

sascha-orsi

Abbiamo parlato con il giovane atleta emergente Sascha Orsi poco prima della partenza per l’Assoluto.
24 anni, al suo primo campionato di Prima categoria, Sascha ci parla un pò di lui e delle emozioni che prova un ragazzo della sua età che si troverà davanti i mostri sacri del panorama agonistico.

Ciao Sascha, come ti senti in vista dell’imminente Assoluto?
Sono molto emozionato, chiaramente è il mio primo Assoluto ed è un onore poter gareggiare al fianco di cosi tanti campioni.

Pensi di riuscire a tenere testa ai nomi blasonati con cui ti scontrerai?
Sarebbe bello! Di certo mi impegnerò al massimo e darò tutto me stesso, poi la gara ci darà una risposta. Il mio obbiettivo è quello di imparare molto da loro.

Secondo te, chi sono i favoriti per il Titolo?
Sono tutti campioni e di conseguenza puo accadere di tutto.
Di certo Bellani lì ha già vinto 2 volte e Riolo è di casa. Sarà una bella lotta.

Nel nostro sondaggio sei addirittura terzo dopo Nicola Riolo e Stefano Bellani; che sia un segno?
Non credo proprio; in realtà sono tutti parenti e amici quelli che mi hanno votato!

orsi

Hai mai pescato in Sicilia? Conosci quei fondali?
No mai. E’ la prima volta che pesco su questi fondali.

Com’è nata questa passione per la pesca in apnea?
Sono nato e vivo all’Isola d’Elba, credo dica tutto… sin da piccolissimo mi immergevo con la mia fiocinetta, poi da cosa nasce cosa e grazie al circolo Teseo Tesei mi sono avviato alle gare.

Come e dove ti piace pescare di solito?
Chiaramente il luogo piu frequentato per le mie battute di pesca è l’Elba; la mia tecnica preferita è l’aspetto anche se cerco sempre di sfruttare tutte le tecniche così da poter sempre migliorare.

Presti maggiore attenzione alla cattura di qualche specie in particolare?
Si, il dentice è senza dubbio il mio pesce preferito.

Arbalete o oleopneumatico?
Arbalete.

Raccontaci una cattura che ti ha particolarmente emozionato.
Febbraio 2008, era un giorno di scirocco forte; decido di immergermi, naturalmente a pinne, da una spiaggia vicino casa nella speranza di incontrare qualche spigola nel bassofondo. Purtroppo quel giorno i pesci sembravano scomparsi e mi preparavo a tornare a casa con un bel cappotto. Ma all’improvviso scorgo, appoggiato vicino un sasso un bel dentice.

Con un agguato ben fatto riesco a colpirlo con il mio 75. Era un dentice di ben 8 kg preso in 5 metri d’acqua!!! L’emozione piu grande sono stati i complimenti di Renzo e Nilo Mazzarri! Questo dimostra che anche nelle giornate piu storte il mare ci può riservare delle bellissime sorprese.

sascha

Facciamo un grosso in bocca al lupo a Sascha per la gara!



Facebook

Tag: , , , , ,

I Commenti sono chiusi