Da Sigal le nuove aste e mulinelli

asta-ghost-sigal

Presentata alla recente fiera Kedada di Valencia, la nuova asta della Sigalsub riprende il concetto di “aletta a scomparsa” a modo suo con risultati sorprendenti.

Abbiamo incontrato Simone Gallini (patron della Sigalsub) a Valencia in occasione della fiera spagnola Kedada dove ci ha presentato le ultime novità della dinamica azienda famosa per le ottime aste.

I nuovi mulinelli attirano subito il nostro occhio; belli, leggeri e robusti.

mulinelli-sigalsub

Si tratta di un’evoluzione dei già collaudati Edy e vengono presentati nelle due versioni, carbonio e classico alluminio. Molto bello il nuovo design che oltre all’estetica migliora anche la leggerezza del tutto, specie sulla versione in carbonio.

mulinello-carbonio

mulo-sigal

Nuovo anche il pomello che diventa estraibile sui modelli grandi e classico con braccetto a scomparsa sui più piccoli. Anche i fori di aggancio hanno subito un restyling per far si che si adatti bene anche su molti altri fucili commerciali di serie.

mulinellosigalsub

La nuova asta sbalordisce ancor di più.

asta-ghost-sigalsub

Alla ricerca dell’asta “perfetta” Sigal elimina dal profilo della freccia l’ingombro dell’aletta. Il sistema è semplice quanto geniale; l’aletta alloggia all’interno di una fenditura non passante dell’asta. E’ fissata dal classico perno (su cui però non fa leva) e viene tenuta aperta da una “sporgenza” interna alla fenditura che simula una molla.

alettaaperta

alettasigal

In pratica l’aletta a riposo resta sempre aperta, si utilizza con l’oring oppure corta con aletta ribaltata che poggia direttamente sulla testata del fucile; in questo modo il peso stesso dell’asta la mantiene chiusa.

astalato

Tante le domande sulla tenuta e sulla sicurezza di quest’asta; a tranquillizzarci ci pensa il campione di orgini palermitane e sardo d’azione Salvatore Roccaforte.

Testata da circa due anni in giornate di pesca intensa ed impegnativa nelle acque sarde, ci rassicura sulla tenuta dell’aletta e sull’eccezionale idrodinamicità dell’asta, provata con centinaia di tiri anche su prede di mole.

dentice-roccaforte

L’asta verrà prodotta inizialmente nei diametri compresi fra i 6,5mm e i 7,5mm nelle misure più classiche (115, 130, 140, 150) e solo nella versione perni bassi. Successivamente l’azienda immetterà sul mercato gli altri diametri e lunghezze.

Le nuove aste saranno disponibili a breve nei principali punti vendita autorizzati.