XIV Memorial Massimiliano Savron

Domenica 2 giugno il Circolo Ghisleri di Trieste ha organizzato l’ultima selettiva di pesca in apnea della zona 2 valevole per l’accesso al “Campionato Italiano di qualificazione 2013” che si svolgerà a San foca, in Puglia, dal 27 al 30 giugno prossimi.


La gara, inizialmente calendarizzata a metà maggio, è stata rinviata alla prima domenica di giugno a causa delle condizioni meteo marine avverse.
In effetti la costa dell’alto Adriatico nell’ultimo periodo è stata flagellata da continue perturbazioni, che tra le varie hanno reso l’acqua già di per sé non cristallina, un vero e proprio caffèlatte.

Domenica scorsa quindi un mare calmo, una giornata a tratti dal sapore estivo, ma un mare dal colore poco invitante, hanno  accolto 16 concorrenti pronti a contendersi l’ultima chance per accedere al campionato di “seconda categoria”.

Quest’anno in realtà la lotta si è dimostrata ancora più dura rispetto agli anni passati:  da un lato perché dalla zona due passano soltanto due atleti, dall’altro perché con sole tre gare organizzate non ci si può permettere il lusso di sbagliare qualcosa o addirittura cappottare.
Pochi quindi a dispetto di tutti gli atleti scesi in acqua avevano concrete possibilità di qualificazione, essendo questa ad appannaggio di chi ha disputato le gare con regolarità e sempre con piazzamenti.

Nicola Cernuta del circolo Ghisleri, reduce da due gare con piazzamento, ha sfoderato una prestazione maiuscola arpionando quattro grosse orate – di cui una di quasi 1,4 kg, nelle prime due ore  di gara e una corvina in peso a dieci minuti dalla fine in una zona  peraltro molto battuta.
Il carniere  – tra i più belli presentati alle gare degli ultimi anni – gli varrà un meritato primo posto nonché lo status di primo degli esclusi dalla lizza dei qualificati.

Alle sue spalle, con un notevole distacco, si piazza l’inossidabile Gabriel Bon, anch’egli del circolo Ghisleri, con un carniere composto da due gronghi due cefali e una bella spigola ,  che all’esito dei due brillanti primi posti nelle precedenti gare gli permette di qualificarsi per i campionati di San Foca.
Al Terzo posto, il veterano del Circolo Adria Paolo Casella, consegna alla bilancia tre cefali catturati con lunghi aspetti sulla sabbia. Quarto posto per Luigi Luce dello storico Circolo Tergeste con un pesce e due gronghi.

Alle sue spalle si piazza Maurizio Fradel, colonna portante del Circolo Ghisleri, che non smentisce la sua indole di razzolatore fiocinando nei primi minuti di gara un grosso tordo nero.

Sesto si classifica Artuzzato Bruno del Circolo Tergeste anch’egli con un pesce, seguito dal compagno di società Maurizio Gallinaro che con un grongo in peso chiude la classifica, ma soprattutto acciuffa in extremis il biglietto per la Puglia.

LA CLASSIFICA:

1 Cernuta Nicola      5pz.               7003p.
2) Bon Gabriel         3pz. + 2 gr.     4297p.
3) Casella Paolo      3pz.               2891p.
4) Luce Luigi            1pz. + 2 gr.    2067p.
5) Fradel Maurizio    1pz.              1361p.
6) Artuzzato Bruno   1 pz.              935p.
7) Gallinaro Maurizio        1 gr.      600p.

Articolo e Foto di Andrea Cernuta

4 pensieri su “XIV Memorial Massimiliano Savron

  1. fratello d’arte….:) complimenti per il risultato e per lo splendido carniere

  2. Grande Nico! che dire queste notizie mi fanno davvero piacere, vincere una gara con questo carniere è davvero spettacolare e stimolante anche per gli altri oltre che per un “giovane” alla sua prima vittoria… Che sia di stimolo per l’agonismo triestino in questo momento un po’ sotto tono come partecipanti.
    Complimenti a Gabriel a Gallinaro per la qualificazione e mi raccomando di tenere alto l’onore di Trieste ai campionati.

  3. Bravissimo Nicola! Uno dei più bei carnieri visti alle selettive triestine!

I commenti sono chiusi.